Quali sono i trend ai quali stare attentissimi per non sprecare opportunità di business straordinarie?

La popolarità di Instagram continua a crescere in modo esponenziale, con 700 milioni di utenti attivi nel giugno 2017, un numero che è salito a uno sbalorditivo 1 miliardo nel giugno 2018.

Il 2018 è stato un anno stellare per Instagram, che ha fatto numerose azioni per essere più attraente per gli utenti e i marchi.

Tranne un errore alla fine dell’anno, in cui un test che ha permesso agli utenti di scorrere un feed in orizzontale invece del solito scorrimento verticale, ha raggiunto molto più utenti del previsto, determinando subito un contraccolpo online.

Insieme agli aggiornamenti di Instagram del 2018 che stanno preparando il terreno per le tendenze di quest’anno, ci aspettiamo anche che alcune tendenze esistenti acquisiscano ancora più visibilità.

Graphico via Statista

L’e-commerce su Instagram: i tag shopping diventano globali

Fortunatamente per i commercianti, Instagram costituisce una piattaforma in cui gli utenti sono aperti alla pubblicità e ai contenuti promozionali. L’80% degli utenti segue almeno un’azienda e il 72% ha acquistato un prodotto che ha visto su Instagram.

Dopo una serie di aggiornamenti di e-commerce l’anno scorso, Instagram è un must per qualsiasi rivenditore online nel 2019.

Dopo il lancio negli Stati Uniti nel 2017, i tag shopping sono ora disponibili a livello globale. I tag shopping consentono inizialmente ai profili aziendali di taggare le immagini con il nome e il prezzo degli articoli in un post.

Cliccando sul tag si accede a una pagina del prodotto, che porta al sito per acquistarlo.

Dal 2018, i tag shopping sono ora disponibili sulle storie e sui video di Instagram.

Instagram ha anche aggiunto una sezione shopping per i profili imprenditoriali, permettendo agli utenti di sfogliare dei prodotti personalizzati senza uscire dall’app. La funzione Esplora include ora un canale dedicato allo shopping che raccoglie i post relativi agli acquisti, in base a chi segui, ai tuoi interessi e alle tue attività.


La crescita di IGTV e dei contenuti video verticali di lunga durata

Se non ne hai mai sentito parlare o lo hai già dimenticato (come sembra essere il caso per la maggior parte degli utenti), Instagram TV è stata lanciata lo scorso giugno senza riscuotere un grande successo.

Usa la crescente popolarità dei video verticali trovati nelle storie degli utenti e su Snapchat, ma i video postati su IGTV non scompaiono e non hanno limiti di tempo.

Durante la fase sperimentale di IGTV, ci si aspettava che i marchi e i creatori pubblicassero e promuovessero dei contenuti da soli, senza incentivi offerti da Instagram o agli inserzionisti… Ancora.

Come con tutte le altre funzionalità aggiunte a Instagram nel corso degli anni, possiamo aspettarci che diano il loro pieno sostegno a IGTV, prima o poi.

Il primo passo è stato la recente introduzione che consente di condividere i video di IGTV come un’anteprima nelle storie, permettendo agli utenti di cliccare per guardare il video completo su IGTV.

Poiché ciò sta diventando comune, vedremo sempre più utenti passare tempo su IGTV. Mentre ci sono ancora molti utenti e creatori che non gradiscono il video verticale, il contenuto in formato lungo di IGTV è destinato a diventare un concorrente di YouTube nei prossimi anni.

Più autenticità (e meno bot)

Sei stanco degli account casuali che mettono ‘Mi piace” e lasciano dei commenti sui tuoi post e ti seguono? Beh, è anche Instagram. Lo scorso autunno, Instagram ha rilasciato alcuni aggiornamenti relativi al marketing, tra cui il più grande è stato una nuova lotta contro i bot e l’inautenticità, utilizzando nuovi strumenti di apprendimento automatico.

Questi strumenti hanno eliminato le app di terze parti utilizzate per automatizzare l’entrata di spam. Vengono inoltre impiegati per identificare e notificare gli account utilizzando queste app, oltre a rimuovere attività non autentiche, compresi i Mi piace, i seguiti e i commenti spam.

Andare in diretta

Oltre alla guerra di Instagram contro i bot e l’inautenticità, gli esseri umani generalmente preferiscono l’autenticità, l’onestà e la trasparenza, che si tratti degli altri o dei marchi. Il contenuto in diretta è autentico per natura, ma la sfida è incoraggiare gli utenti a crearlo.

I video in diretta sono in circolazione da un po’ di tempo su YouTube, Facebook, Twitter (R.I.P. Vine) e anche su Instagram. Mentre le storie stanno rubando i riflettori in cima all’app, l’unica caratteristica che può superarle è la funzionalità “Live”, vecchia ma non ancora pienamente realizzata.

In conseguenza della competitività attuale delle storie, l’unico modo per risaltare è andare in diretta. La sua bassa adozione è chiaramente dovuta alle sfide che pone, ma siamo sicuri di vedere più marchi e venditori facendo il grande passo nel 2019.

La crescita è stata lenta attraverso tutte le piattaforme, in particolare per la versione più recente di Instagram. Ma con tutta la competizione su Instagram per rimanere in cima ai feed e in testa delle storie dei concorrenti, l’opzione “In diretta” è l’unica opportunità per saltare all’inizio del feed delle storie. Prevediamo che i marchi e i venditori del marketing che sono abbastanza coraggiosi e creativi dedicheranno maggiore impegno al contenuto in diretta.

Più post autentici e gli UGC

I contenuti generati dagli utenti (UGC) hanno continuato a crescere come tattica di marketing, grazie alle sue radici nell’autenticità e nella capacità di aiutare a vendere. Gartner L2 Digital IQ ha rilevato che l’inclusione di UGC nel percorso di acquisto di un cliente può generare un tasso di conversione superiore dal 4,5% al 9,6%. Ciò ha portato a trovare modi più creativi per incoraggiare gli UGC, soprattutto nella vita reale.

Una tendenza che è cresciuta costantemente e che è destinata a esplodere nel 2019 sono degli uffici, eventi, dei negozi e luoghi adatti a Instagram. Ciò può includere luoghi dove l’uso delle fotocamere e videocamere viene incoraggiato, persuadendo i visitatori, clienti o influencer a creare contenuti per Instagram.

Questi luoghi offrono spesso sfondi di marca divertenti o oggetti con hashtag visibili o @tags. C’è anche la possibilità di portare a casa articoli promozionali gratis o di vincere concorsi se pubblicano da quello luogo. Benché sia una scelta più ovvia per eventi, molte mostre d’arte e molti musei sono anche a favore dell’idea.

Molti eventi e mostre sono apparsi, creati esplicitamente con i social in mente. Un esempio perfetto è HAPPY PLACE a Toronto, una esposizione composta dalle stanze a tema di divertimento che sono state costruite specificamente come uno spazio in cui si può giocare e creare contenuti per i social.

Anche tu vuoi scoprire Instagram e le infinite possibilità di business che rappresenta?
Contattaci subito per una consulenza gratuita.

 

Write a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

PRENOTA CHIAMATA